Restaurativa

I nostri denti possono andare incontro a deterioramento per vari motivi: aggressione da parte di carie usura dovuta a digrignamento notturno o bruxismo, spazzolamento eccessivo o trasversale che causa scopertura del colletto del dente (vedi sensibilità dentinale) eventi traumatici.

La terapia conservativa si occupa della rimozione della carie, della protezione delle strutture dentarie residue (denti usurati, colletti scoperti) e del ripristino sia morfologico che funzionale dell’elemento dentale cariato tramite l’utilizzo di appositi materiali.

Un tempo le ricostruzioni dentarie venivano eseguite utilizzando come materiale l’amalgama (“otturazioni in metallo”). L’uso dell’ amalgama oggi è stato sostituito, in numerosi studi dentistici, dai materiali compositi che per le loro
caratteristiche adesive permettono una preparazione della cavità cariosa meno ampia rispetto all’uso dell’amalgama che richiedeva cavità dalle preparazioni particolari (estese) perché fossero ritentive.

L’odontoiatria conservativa moderna è, infatti, basata sul concetto di minima invasività, con la rimozione del solo tessuto cariato e la sua sostituzione con il composito, materiale estetico del colore del dente naturale (“otturazioni bianche”).

Il nostro studio dentistico ha completamente abbracciato questa scelta operativa nella pratica quotidiana offrendo ai propri pazienti ricostruzioni veramente estetiche rispettando la forma originaria del dente e utilizzando i migliori compositi disponibili sul mercato che permettono di sovrapporre due strati (dentina e smalto) riproducendo , così, la vera struttura del dente. L’endodonzia è quella branca della odontoiatria che si occupa della cura delle patologie che interessano la parte interna del dente, denominata “endodonto”, dove risiede la polpa dentale, composta da vasi e nervi. Quando i batteri infettano la polpa, in conseguenza di una carie o di una frattura, provocano una infiammazione che si
manifesta col classico e doloroso mal di denti. Se l’infezione non viene trattata la polpa può morire ( nècrosi) e l’infezione può passare oltre l’apice della radice provocando danni anche all’osso che sostiene il dente (ascessi, granulomi, cisti).

Dentisti professionisti e Metodi tecnologici innovativi

Prenota un Appuntamento o contattaci al +39 320 966 5081

Prenota un Appuntamento

Per info e Soluzioni Contattaci

Usa il form qui in basso